Fondata da Luigi Bosoni nel 1932, la Galleria è attualmente condotta con passione da Edoardo Bosoni insieme al figlio Roberto e alla nipote Alice: un team dall'esperienza consolidata nel settore che, oltre a proporre dipinti, è in grado di offrire ai suoi clienti consulenze in merito all'attribuzione e alla valutazione degli stessi.

Accreditata delle associazioni antiquarie FIMA e AAI, essa possiede un nutrito corpus di dipinti dal XIV al XVIII secolo, di Scuola Italiana e Straniera, all'interno del quale spicca un significativo nucleo di opere fiamminghe e olandesi del "Secolo d'Oro", per il quale la Galleria si connota spiccatamente in senso "internazionale".
Ogni dipinto – diversi dei quali sono stati esposti a mostre e pubblicati in importanti cataloghi - è accompagnato da una scheda tecnico-scientifica che ne indica le caratteristiche tecniche e stilistiche, nonché eventuali passaggi di proprietà e considerazioni storico-critiche. Una vera e propria 'carta d'identità' dell'opera che ne attesta l'autenticità e il valore tutelando il cliente e salvaguardandolo da rischi.

Oltre al numero considerevole di opere di pregio, a rendere speciale la Galleria Bosoni è la sua organizzazione da "piccolo museo", che conta al suo interno - sul modello delle più prestigiose gallerie europee - la collaborazione di restauratori, storici dell'arte, addetti alla logistica. Al suo interno si trova anche una ricca biblioteca specializzata, che viene di continuo implementata dall'acquisto delle pubblicazioni più importanti, cataloghi di mostre, di musei, monografie di artisti.

Meta di collezionisti, studiosi, appassionati d'arte, la Galleria Bosoni si propone non solo come luogo di acquisto, ma anche come luogo di incontro o di semplice godimento delle opere esposte che, ciclicamente, vengono fatte ruotare, anche e spesso coerentemente ad un leit motiv tematico (la battaglia, il paesaggio, la natura morta, la scena di genere, storie mitologiche, soggetti sacri).